1939-2013 Batman spendaccione

L'economia ai tempi di Batman

Annunci

Il Workout per diventare come Superman!

Oggi voglio parlare di qualcosa di differente, ma sempre inerente al mondo dei supereroi. In quest’epoca di notevole tecnologia cinematografica ci troviamo davanti ad attori che vogliono interpretare il loro alter ego nel miglior modo possibile, ma spesso, oltre a ricorrere ad effetti speciali incredibili si sottopongono a incredibili workout fisici per permettere al loro corpo di cambiare, assomigliando il più possibile al fisico statuario di un Supereroe. Spesso succede che attori dal fisico normolineo e ectomorfo (di fisico esile, difficilmente predisposto ad incrementare facilmente la massa magra) diventano imponenti nel giro di pochi mesi, per poi ritornare ad essere magrissimi nel loro prossimo film. Il fisico è una macchina perfetta che ha bisogno di essere sempre nutrita, tenuta a puntino, calibrata ad ogni esigenza e soprattutto ha bisogno di quel riposo necessario per ripartire l’indomani con tutte le scorte energetiche necessarie. Cosa succede allora al corpo di tali attori? Avrebbero la forza genetica per sviluppare fisici imponenti in poco tempo? Orbene, la risposta è no e quindi spesso ricorrono a sessioni massacranti di allenamento coadiuvate da imponenti programmi chimici di somministrazione di steroidi anabolizzanti che incrementano la loro massa magra a livelli mostruosi, a discapiti di quello che internamente (e prolungato nel tempo) può succedere al loro organismo con conseguenze disastrose alla loro salute (famose le condizioni critiche di salute di Bale per interpretare L’uomo senza sonno e successivamente l’imponete Batman).

Esempi che hanno dell’incredibile per quanto riguarda il fisico li abbiamo visti recentemente in tre esempi: Chris Hemsworth con Thor, in cui il suo corpo è diventato roccioso in nemmeno 6 mesi (cosa che nella realtà non accadrebbe in 3 anni), Chris Evans in Captain America e Hugh Jackman in Wolverine, il cui nel corpo si vede chiaramente l’uso dell’ormone della crescita. Poi, abbiamo fisici più normali come quello di Robert Downey Jr. il quale ha svolto sessioni di palestra e un regime alimentare corretto per mantenere una buona performance fisica in Iron Man 3 e il fisico costruito in un anno di duro lavoro di Henry Cavill (il quale già disponeva di un’ottima base genetica – vedere Immortals -) per diventare Superman.

La domanda si ripropone: è possibile diventare un po’ quei supereroi che tutti amiamo?

La mia risposta è si è l’ho sperimentata sul mio corpo dopo anni di duro lavoro e in qualità di Personal Trainer vi illustrerò un programma di duro lavoro fisico per costruire muscoli come i vostri supereroi preferiti. Ovviamente, il sacrificio diventa anche alimentare, oltre che psicofisico, ma con il tempo e la tenacia avrete i vostri risultati così come io li ho avuti.

Mi piacerebbe analizzare il fisico di Cavill e cercare di estrapolare un bel workout per tutti voi.

Il Superman che tutti conosciamo dispone di spalle e petto imponenti, braccia forti, e gambe in grado di sorreggere pesi imponenti. Cavill ha così trasformato il suo corpo incrementando il suo metabolismo basale e aggiungendo almeno 10 kg di massa magra (con conseguente aumento di forza e resistenza). Per sviluppare un fisico del genere ha dichiarato di aver introdotto nel suo regime alimentare almeno 5000 calorie al giorno, suddivise in 5- o 6 pasti. Qui non mi soffermerò sulla dieta (cosa che farò successivamente) ma sui workouts che hanno permesso a Cavill di diventare un uomo d’acciaio.

Il mio workout si basera su tre sessioni di allenamento in palestra e una di allenamento aerobico.

Per prima cosa occorrerà pianificare bene il workout, cercando di figurarsi mentalmente gli esercizi e lo sforzo che andremo ad eseguire mantenendo il più possibile una tecnica perfetta in grado di bilanciare bene i muscoli lavorati e di prevenire qualche spiacevole infortunio. Il training mentale è il primo passo verso il successo e sperimenterete voi stessi l’efficacia di tale stimolo.

Lo scopo è incrementare la forza esplosiva, quella elastica e mettere su kg di muscoli al vostro esile corpo. Inversamente, avrete l’opportunità di togliere quel grasso maledetto e poi incrementare la massa magra.

Giorno 1: Pettorali – Braccia – Addome

Press con Manubri su Panca Inclinata 4 serie X 10-8-8-6 ripetizione con un recupero di 60’’ tra di esse.

Bench Press 4 X 8-8-8-6 con un recupero di 60’’-

Dumbell Flyes su panca piana 3 X 10 con un recupero di 60’’

Dip alle parallele 1 serie X quante ripetizioni riuscite a fare a corpo libero seguite senza riposo con:
Piegamenti sulle braccia 1 serie X quante ripteizioni riuscite a completare.
Curl con Bilanciere curvo 3 x 10 – 10 – 8
Tricipiti con sbarra ai cavi presa inversa 3×10 – 12 – 14
Entrambe gli esercizi vanno eseguiti assieme in superset. Come? Prima fate il primo esercizio X 10 rip. Seguite dal secondo esercizio X 10 rip. Riposate 60 ‘’ e ricominciate con il primo esercizio X 10 Rip. E il secondo esercizio X 12 rip. 60 ‘’ di recupero e completate la terza serie. 

 

Addominali alle parallele con gambe tese 4 serie X il massimo di ripetizioni che riuscite a fare. Tra una serie e la seguente osservate 30’’ di pausa.

GIORNO 2: GAMBE

Riscaldate bene le gambe eseguendo degli Squat liberi senza pesi. Almeno due o tre serie da 15 ripetizioni. Dopodiché, sarete pronti a partire con l’allenamento.

Leg Extension 3 serie X 10-10-8 ripetizioni con 60’’ di pausa.

Affondi con manubri 3 serie X 10-12-14 ripetizioni con 60’’ di pausa.

Affondi laterali con manubri 3 serie X 10 ripetizioni con 60’’ di pausa.

Squat con bilanciere 3 X 8 ripetizioni con 60’’ di pausa.

GIORNO 3: SCHIENA E SPALLE

Trazioni alla sbarra presa supina 4 serie X 10-8-8-6 con 60’’ di pausa.

Rematore con bilanciere 3 serie X 8-8-6 con 60’’ di pausa.

Pulley basso 3 serie X 10-12-14 con 60’’ di pausa.

Military press con bilanciere 4 serie x 10-8-8-6 con 60’’ di pausa.

Alzate laterali con manubri 3 serie X 10-12-14 con 60’’ di pausa.

GIORNO 4: aerobica + addominali.

Eseguite almeno 30 minuti di tapis roulant, incrementando ogni settimana la pendenza e/o la velocità.

A termine della sessione eseguirete degli esercizi per gli addominali.

Crunch a terra 4 serie X massimo di ripetizioni che riuscite a compiere con 30’’ di pausa tra una serie e l’altra.

Crunch inverso 4 serie X massimo di ripetizioni che riuscite a compiere con 30’’ di pausa tra una serie e l’altra.

Questo allenamento è destinato ai più esperti che hanno già intesa con i pesi e che conoscono il proprio corpo. Nel prossimo articolo elencherò un workout che potrete fare a casa e all’aperto, sia che siete esperti o neofiti dell’allenamento.

Mi raccomando, anche i supereroi hanno bisogno di riposo. Bevete tanta acqua, mangiate meno schifezze e soprattutto dedicate quel relax al corpo che servirà ai muscoli per ripararsi e crescere. Insomma, è dura a vita da Supereroe!

Super MENS sana in corpo sano!

robbofsteel281291

La Morte dei Supereroi

La Morte dei Supereroi

La morte, un concetto definitivo. Non per il genere supereroistico. La morte va a braccetto con il supereroe nel momento in cui la testata fumettistica sente il bisogno di cambiare, rinnovare e attrarre a sé nuovi lettori. Può essere un bene e può essere un male. Conosciamo come verità assoluta l’impossibilità di un supereroe di poter ritornare dal regno degli inferi per rendere giustizia a quel mondo lasciato in balia del dei supercattivi e ripristinare quel nome che era caduto nel limbo. Conosciamo anche la trepidante attesa alle fumetterie quando si tratta di andare a comprare quel numero in cui l’eroe immortale morirà per compiere il sacrificio estremo che salverà l’umanità.

La morte di Superman

Analizziamo un attimo quali sono i fattori che hanno portato l’industria del fumetto a rendere grazie alla Morte per aver risollevato l’economia a stelle e strisce.

Oggi si percepisce la necessità di un rilancio sia commerciale che ideale del supereroe, che però non può che passare attraverso un momento di crisi, in questo caso estrema e coincidente con la sua stessa morte.

La morte che genera lettori e fa risalire la cima ad esempio a una serie che dura ininterrottamente da 50 anni, come Spider-Man. Come previsto, Peter Parker appende il costume al chiodo in un albo in cui la trama resta il cliché dei Cliché, dove Doc Octopus piega il corpo dell’eroe e si impossessa della sua mente. ­­Un eroe che invece di morire, si trova in uno stato in cui è costretto a giocare la sua partita a scacchi contro il mietitore. Cosa ne esce fuori da questa apocalisse? Superior Spider Man, nuova testata, nuovi lettori, un boom di vendite e soprattutto un eroe diviso tra il bene e il male, un antieroe (come va di moda apostrofare l’eroe in bilico, cosa che più sbagliata non può essere) e la necessità di rivitalizzare un marchio (che per altro non ha mai avuto problemi di immagine).

Non è la novità e sia chiaro. Gli sceneggiatori di Comics hanno più volte utilizzato questa formula per dare un punto di svolta agli intrecci supereroistici e tentare di fare la fortuna economica del settore. Clamorosa e soprattutto leggendaria è la prima volta che venne utilizzato questo format con “La Morte di Superman” in un albo in cui l’eroe kryptoniano cede definitivamente alla morte dopo uno scontro epico con l’alieno Doomsday. L’immagine di Sups tra le macerie con il costume ridotto a brandelli è entrata di diritto nell’iconografia superoistica mondiale. Code alle fumetterie, dibattiti che sfociarono perfino in tv e i fan disposti a tutti pur di averne una copia. Una copia che è diventata un albo di culto e di valore per i collezionisti (io stesso ne possiedo due, una Italiana Prima Stampa e una Americana originale).

Ciò era già successo precedentemente con Flash, il quale, pena uno scarso interesse dai fan, uscì fulmineamente di scena durante la prima metà degli anni 1985, ma senza generare “morte e raccapriccio tra i fan”. La Marvel stessa fece la stessa cosa più volte con il personaggio della mutante Jean Gray, ma inizialmente accadde solo per uno scarsissimo interesse dei fan verso quel dato personaggio. Gray, detiene forse la palma di eroina più “scomparsa” del panorama fumettistico supereroistico.

Poi venne Johnny Storm… Ma questo fu solo l’inizio di tante altre celebri morti.

La morte di Captain America

L’idea del trapasso dell’eroe (cui segue pronta e confortante rinascita) è un fatto fortemente innovativo all’interno dell’immagine di questa figura che i media hanno sempre costruito. Essa è da sempre considerata inattingibile e solo in parte soggetta ai vincoli fisici che la condizione umana da sempre impone. Questa innovazione introduce quindi un forte senso di umanità all’interno dell’immagine pseudo mitica che i supereroi hanno sempre avuto e in virtù della quale sono stati concepiti.

Da citare almeno due delle morti più celebri del panorama fumettistico dopo quelle già citate. La prima, e forse più importante avvenne con il Capitano più famoso della storia su carta: Captain America.

Con la vittoria dei supereroi pro-registrazione alla fine della saga CIVIL WAR, Steve Rogers si è consegnato alle autorità per garantire ai suoi compagni ribelli una seconda possibilità. L’eroe a stelle e strisce finisce così nelle mani della giustizia, quella stessa giustizia che per anni ha rispettato e fatto rispettare.

E’ una delle pagine più amare nella vita di Capitan America: in manette, portato in tribunale, si prepara ad un processo che non subirà mai… Da un palazzo Crossbones, un vecchio nemico, gli spara ferendolo. Lo finiscono dei colpi ravvicinati all’addome; a spararli è Sharon Carter, la sua amata “storica”, sotto il controllo ipnotico dello psichiatra criminale Dottor Faustus.E’ la morte di Capitan America, la morte del Sogno.

La morte di Superman, la paralisi di Batman, la follia di Lanterna Verde, il clone dell’Uomo Ragno, la morte di Mr. Fantastic… lo stesso Capitan America in quegli anni si ammalò gravemente (per poi guarire dopo circa un anno). Episodi che gettano ombre sulle scintillanti “armature” (costumi) degli eroi più amati dal pubblico e che si risollevano tra luci ed ombre generando quel caos di colori e idee che ha risollevato il fumetto made in USA.

Ma sappiamo che nonostante il costume venga appeso al chiodo, e le città si riempiono di criminali mentre la popolazione è paralizzata da quest’ondata di super crimine, “l’effetto fenice” colpisce sempre e gli eroi tornato per sistemare il tutto. Perché, ricordate, (come il titolo di un’avventura ruolistica da me scritta)… HEROES NEVER DIES!

robbofsteel28129

Nel Covo dell’Uomo Pipistrello: la BatCave

La Bat-Caverna è il quartier generale di Batman nella sua lotta contro la criminalità di Gotham City. La Bat-Caverna è alimentata da un generatore di idrogeno che permette una sua completa e continua energia, per altro pulita. All’interno del covo del pipistrello troviamo un supercomputer molto più potente di qualsiasi calcolatore in mano all’Intelligence nazionale (durante il pre-Cataclysm, si affermava che il bat-computer era in effetti un Quantum-Computer). Il Batcomputer permette a Batman di avere sotto controllo la situazione generale di Gotham, attraverso un database che si connette con la Polizia dove sono elencati e schedati tutti i supercriminali, sia quelli liberi che quelli in detenzione al manicomio di Arkham. La Bat-caverna, usa inoltre l’aggancio di molti satelliti mandati in orbita dalla Wayne Enterprises e sono legati ad Oracle, la quale monitora i sistemi di sicurezza della grotta.

 

Gli oggetti esposti

Ci sono tre elementi in comune in ogni incarnazione avuta finora della Bat-Caverna: un modello in scala reale di un Tyrannosaurus Rex (che Batman ha guadagnato in una vecchia avventura a Dinosaur Land), un Penny gigante che fu preso come trofeo da Batman quando sconfisse Joe Coyne, e una gigantesca carta da gioco del Joker. Ma gli oggetti più interessanti messi in mostra nella Bat-Caverna sono i costumi dei supereroi messi al sicuro in delle teche di vetro. Una collezione speciale, che raccoglie esemplari unici come il primo costume di Dick “Robin” Grayson, il costume di Jason “Robin” Todd esposto dopo la sua morte in “Death in the Family”, e il costume di Barbara “Batgirl” Gordon, esposto dopo che fu messa all’angolo forzatamente dal Joker nel capolavoro “The Killing Joke”.

 

Gli Accessi Segreti

Ci sono, inoltre molti ingressi ed uscite, tutti segreti e posizionati in maniera strategica, nel caso in cui la sicurezza venisse sopraffatta da qualche supercriminale. Uno degli ingressi più utilizzati è posizionato dietro un orologio a pendolo in cui il quadrante segna sempre le ore 10:47, momento in cui i genitori di Bruce Wayne furono assassinati. L’acceso più spettacolare è però una cascata utilizzata dalla BatMobile con accesso direttamente sulla strada. Inoltre, chi conosce la vera identità di Bruce, sa anche come entrare ed uscire in tutta sicurezza dalla Bat-Caverna. Diverse altre grotte sono state costruite in tutta Gotham per soddisfare le esigenze di Batman.

 

Sedi Principali

La Bat-Caverna Centrale

Situata quindici metri sotto il fondo del Parco Robinson Reservoir, è accessibile attraverso un ingresso segreto ai piedi di uno dei Dodici Cesare (statue) alla fine del Parco in direzione Nord. Questo rifugio fu messo fuori uso da Poison Ivy, e Clayface.

 

La Bat-Caverna Sud

Si tratta di un locale caldaia di un cantiere abbandonato sulle banchine di fronte a Paris Island. Questo rifugio è accessibile attraverso un certo numero di falsi tombini nelle vecchie strade di Gotham.

 

La Bat-Caverna Centrale-Sud
Si trova nella vecchia stazione prototipo della metropolitana di Gotham, un tratto di quattro blocchi di rotaie chiuse nel 1896 e rimasti da allora, inaccessibili e abbandonati.

 

La Bat-Caverna Nord-Ovest

E un luogo sicuro che si trova in un livello nel seminterrato del manicomio di Arkham.  Questo rifugio è equipaggiato con razioni di emergenza, veicoli fuoristrada e apparecchiature di comunicazione a batteria, ma anche di un costume d’emergenza.

 

La Bat-Caverna Est

 

E’ una raffineria di petrolio abbandonata di proprietà della Wayne Enterprises. La raffineria cadde in disuso durante una forte crisi petrolifera che colpì duramente tutto il paese. La Wayne Enterprises trasferì i suoi lavori direttamente in “mare aperto”.

 

La Bat-Caverna di Los Angeles

 

Fu utilizzata come quartier generale degli Outsiders quando Batman si ricongiunse nel gruppo. Durante la storyline di “Fugitive”, fu introdotta la Bat-Caverna sotto forma di sottomarino abbandonato.

 

Bat Bunker

Sotto l’attico dell’edificio Wayne Foundation, c’è un bunker segreto. Dick Grayson iniziò ad usare questo luogo come il suo rifugio, quando incarnò Batman cercando di far ricordare a tutti gli abitanti di Gotham, quanto importante fosse il suo apporto. Il Bunker è effettivamente attrezzato come la Bat-Caverna originale.

 

La Caverna di Arkham

Bruce ha creato ad Arkham una Bat-Caverna, quando trovò un luogo segreto nel manicomio chiamato “Dead Man’s Point”. Questo era il luogo dove i criminali venivano a suicidarsi.

 
Ci sono anche vari attici sicuri sparsi per Gotham City, nel resto del paese e nel resto del mondo. Ognuno ha una qualche forma di sicurezza e sono equipaggiati con misure d’emergenza, forniture mediche e qualche gadget.

 

Versioni

Pre-Crisis

2659214-Batcave_Plan_01

 

Questa è la prima versione che apparve sul fumetto e includeva diverse aree dove Batman poteva combattere il crimine. Troviamo i velivoli di Batman alloggiati in una montagna dove c’è anche un computer e qualche gadget pronti all’uso. Era una Bat-Caverna scarna, ma molto essenziale.

Pre-Cataclysm

2659209-2647198-2647135_batcave_010

La grotta contiene un Crime-Lab (con lettore di DNA, uno spettrografo e un microscopio elettronico e polifunzionante), una palestra (dove Batman si allena per potenziare il suo fisico), un poligono di tiro, un reparto per allenarsi nelle altre discipline, e una biblioteca. La Bat-Caverna ha anche un luogo dove viene ideato e perfezionato il costume di Batman e i suoi Gadget; un luogo dove vi è una rampa per far partire la BatMobile e un hangar per il BatPlane e il BatJet.

Post-Cataclysm

Dopo gli eventi di Cataclysm la BatCaverna venne riprogettata anche per resistere agli urti di un forte terremoto, ma anche come rifugio antiatomico e all’interno vi è allestita una panic room. Batman aggiunse più spazio e più livelli per utilizzare la grotta in maniera più efficiente e produttiva.

Il Rilancio della DC Comics

2650837-2014979-batman_001__rizz3n_empire__pg12_13_super

Nel 2011 la DC Comics ebbe un importante rilancio con le sue testate principali e così anche la BatCaverna ebbe un restiling deciso. Vennero aggiunti dei box dove Batman curava e manteneva perfettamente funzionanti le su varie BatMobili, un hangar segreto per il BatPlane, un nuovo laboratorio medico e una biblioteca digitale.

 

robbofsteel281291

 

 

News dai Cinecomics! 10 Aprile 2013

Facciamo una rassegna sulle news che corrono in rete questi giorni per aggiornarvi su quanto accade nel panorama supererostico cinematografico.

The Amazing Spider-Man 2

Partiamo con una nuova immagine di scena twittata da Marc Webb per The Amazing Spider-Man 2 in cui si legge

Giorno 45. Questo è quello che succede quando provi a dare la multa a Electro.

Riuscirà Jamie Foxx a dar vita in maniera adeguata all’elettrico Electro?

Man of Steel (14 Giugno 2013)

Nuovo spot televisivo per Superman di Zack Snyder mandato in onda durante la finale del campionato di basket universitario americano NCAA. Il filmato proposto in tv non contiene scene inedite, ma sappiamo che a breve uscirà un secondo trailer internazionale più lungo.

Iron Man 3 (24 Aprile 2013)

Immagini e spot tv a profuzione durante le ultime settimane per il cinecomic diretto da Shane Black che si prepara ad uscire in anteprima mondiale proprio qui in Italia! Ecco l’ultimo spot televisivo proposto:

Kick Ass 2 (15 Agosto 2013)

In uscita il Green Band Trailer per tutti quanti del seguito del fortunato Kick Ass. Noi non aspettiamo altro che vederlo e cresce l’attesa ogni giorno che passa!

X-Men: Day of Future Past (18 Luglio 2014)

Rilasciata una nuova immagine che lascia pensare che il Professor Xavier possa avere a che fare di nuovo con la CIA.

IN BREVE

– Si vocifera che in The Avengers 2 potrebbe essere introdotto il Character di Black Panther.

Chronicle 2 vedrà la luce. Il nuovo update dice: “will definitely happen”