Conosci il tuo nemico: Joker

joker« Tutto ciò che serve è una brutta giornata per ridurre l’ uomo più sano di mente alla follia. Ecco tutto ciò che mi separa dal resto del mondo. Solo una brutta giornata. Tu hai avuto una brutta giornata, una volta. Ho ragione? So che è così. Voglio dire. Hai avuto una brutta giornata e tutto è cambiato. Perché altrimenti ti vesti come un topo volante? »

 Questa premessa tanto farti capire, caro lettore, di che calibro andiamo a parlare oggi. Non è un cattivo. Non è un Super cattivo. Lui è la cattiveria nel senso più intrinseco di ciò che questa parola rappresenti. È uno che non ha bisogno di alcuna presentazione se non il suo nome.

È  Joker!..

Ma partiamo come sempre dai cenni storici, cominciando col dire che il personaggio fu creato da Jerry Robinson, ovviamente in collaborazione con Kane e Finger; e che compare per la prima volta in un fumetto DC Comics, sul numero uno di Batman, nel lontano 1940.

La sua forza risiede nella sua più grande debolezza, e cioè quella calcolata, lucida follia che lo rende in assoluto il più pericoloso supercriminale che la storia del fumetto abbia mai conosciuto.

« Se proprio devo avere un passato, preferisco avere più opzioni possibili! »

Questo è quello che il Joker dice di se stesso, a riprova che effettivamente le sue origini non sono state sempre poco chiare, e forse è stato proprio questo alone di mistero a farne uno dei cattivi più apprezzati del panorama fumettistico.

Ad ogni modo sappiamo che in origine si fa conoscere prima come “Cappuccio Rosso”; quando poi nelle sue attività criminali, intento a sabotare una fabbrica di prodotti chimici si ritrova ad affrontare Batman; questo nel tentativo di fermarlo lo fa precipitare in un bacino di raccolta di materiale di scarto contenente proprio tali sostanze. Quello che ne riemergerà sarà l’ origine del mito Joker.

500x700-content-photos-batman-harley-quinn-et-le-joker-8016La vera identità del Joker non sarà mai resa nota, almeno non fino ad ora, ma sembra che prima di intraprendere le sue attività criminali fosse un ex assistente chimico, nonché cabarettista di poco successo.

Nel tentativo quindi, di dare un futuro a se stesso e alla propria moglie incinta, Joker si mette in combutta con due malavitosi che gli fanno indossare il costume di Cappuccio Rosso per aiutarli nei loro loschi affari.

Il progetto di quella fatidica sera, era quello di rapinare una fabbrica di carte da gioco che si trovava vicino alla fabbrica di materiali chimici in cui fra l’ altro il nostro protagonista aveva lavorato.

Nonostante il ripensamento del Joker a prendere parte a questo colpo, dovuto dalla notizia pervenutagli tramite la polizia che lo informava che la moglie e il figlio erano morti in un tragico incidente casalingo; il Joker fu costretto dai due complici a partecipare alla rapina.

Quando uscirà dal canale di scolo minato nel fisico, con i capelli verdi, la faccia bianca e il volto sfigurato, anche quel barlume di sanità mentale lo lascerà minandolo per sempre mentalmente.

Come abbiamo letto, il colpo avrà un epilogo fatale per l’ uomo che da lì in poi si trasformerà in quello che tutti ormai conosciamo.

Inventore di indubbia abilità, tanto da paragonarlo alla stregua della sua nemesi Batman in quanto a capacità realizzative, il Joker combatte le sue guerre in modi tanto fantasiosi quanto letali; utilizzando sempre marchingegni sofisticati per adempiere ai suoi scopi, come far saltare in aria un ospedale, contaminare le falde acquifere della città o attentare alla vita di povere vite innocenti.

Chiudo con una riflessione, che più che altro è un personalissimo parere che so non incontrerà il favore di molti fa.

A mio modesto parere l’ interpretazione del Joker dell’ ormai fu Heat Ledger nel film The Dark Knight di Christopher Nolan, è indecente e offensiva per ogni vero appassionato di Batman, come lo è del resto il film in se che non rispecchia nemmeno uno degli aspetti fumettistici del vero Batman!
In definitiva l’ interpretazione di Ledger è in linea con l’ intera saga di Nolan sul Cavaliere Oscuro, approssimativa e priva di ogni fondamento e caratterizzazione del VERO personaggio fumettistico a cui gli autori si sarebbero dovuti quanto meno ispirare.

micharrow

 

Annunci

3 thoughts on “Conosci il tuo nemico: Joker

  1. Non sono completamente d’accordo con il finale e penso che si sappia già: Ledger ha interpretato un fior fiore di psicopatico criminale, che poi non sia il Joker è un discorso differente e condivisibilissimo.

  2. Posso anche essere daccordo, ma qua si parla di Joker.. Quindi di cosa stiamo parlando? L’ intepretazione di Ledger non è stata all’ aletzza di rappresentare il personaggio Joker, quindi per forza di cose non è stata all’ altezza di quello che in realtà doveva rappresentare! Ergo è stato un Joker pietoso e su questo nessuno può eccepire purtroppo. Chi mi conosce sa, che non ho mai detto “è stato un pessimo attore” ma “è stato un pessimo Joker” e come detto e dimostrato da lui stesso nella sua interpretazione, non è stato e non potrà mai essere considerato neanche lontanamente un Joker cinematografico!
    Però siccome ci si è pure ammazzato allora idolatriamolo a casaccio e dipingiamolo per quello che non è tanto di slito si usa così…
    (per me si è ammazzato quando si è reso conto di quanto schifo aveva fatto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...